Serie D, tornano cieli limpidi con Araceli

Sabato 9 febbraio
Palestra I. Alpi
USMI Basket – Araceli Vicenza: 71 – 66

Di Stefano Migotto

Dopo la sconfitta a Vigonza l’USMI doveva ritrovare gioco e fiducia, doveva dimostrare a sé stessa che si era trattato di un inciampo, anzi, di uno sgambetto che l’aveva fatta cadere a terra ma che era pronta a rialzarsi contro un avversario, l’Araceli, che all’andata l’aveva strapazzata. Martedì il coach e il presidente hanno ripassato con i ragazzi i fondamentali per una squadra ribadendo questi pochi ma efficaci concetti:

1. tutti gli elementi devono dimostrare le proprie doti fisiche e umane per fare la differenza;
2. la squadra ha varie competenze e doti per affrontare qualsiasi ostacolo possa presentarsi;
3. è stato ribadito l’obiettivo della squadra e dei singoli e a ogni giocatore è stato assegnato un ruolo e definite le relazioni tra di essi;
4. tutta la squadra ha ribadito il desiderio di continuare a perseguire gli obiettivi;
5. il capitano non è un ruolo onorifico: è il leader della squadra per impegno dentro e fuori del campo, fortemente motivato verso gli obiettivi e allineato alla mission della società;
6. presidente e coach si impegnano a comunicare singolarmente con ogni elemento in difficoltà riguardo al raggiungimento degli obiettivi perché non possiamo perdere persone per strada ma nemmeno andare avanti per forza tutti assieme;
7. chiunque può arrabbiarsi, questo è facile; ma arrabbiarsi con la persona giusta, nel grado giusto, al momento giusto, per lo scopo giusto e nel modo giusto non è nelle possibilità di tutti e non è facile. C’è chi ha questo ruolo: rispettiamolo.

Il confronto è servito per ripartire forte e per poter affermare la propria identità tecnica in campo: l’USMI non ha creato tecnicamente qualcosa di nuovo, semplicemente ha soddisfatto e messo in evidenza le caratteristiche psicologiche, fisiche e tecniche dei singoli dentro il contesto migliorandoli (a volte anche tenendoli in panchina). Il merito è dell’idea “leader” che nel nostro caso è difendere forte e ripartire e trasformare il sostegno dei Pucciadores in energia positiva.

Ma veniamo alla cronaca. La partita parte con un 7 a 0 che non spaventa coach e ragazzi che pian piano recuperano sino ad arrivare al 19 a 17 alla fine del primo quarto; punteggio poco veritiero se consideriamo il gioco sviluppato ed ottenuto con pochissimi uomini; il coach voleva mandare un messaggio forte agli avversari: siamo in forma e non temiamo il vostro gioco. Il secondo quarto finisce 14 a 12 con la partita sempre sotto controllo; gli sbagli si equivalgono da ambo le parti e alla fine la spunta l’USMI anche se con troppa fatica rispetto a quanto visto in campo.

Il terzo quarto vede il ritorno dell’Araceli che con il suo numero 4 mette in difficoltà la difesa dell’USMI; la differenza in questo caso la fa la precisione al tiro degli avversari sia sui tiri da due che nei tiri liberi. Ma l’USMI conserva comunque un punto di vantaggio che le consente di ripartire; nell’ultimo quarto il capitano suona la carica e con una tripla nel momento più critico mette la parola fine alla partita assicurando il risultato e la vittoria; infatti ritrovano serenità e precisione nei tiri liberi tutti i ragazzi; gli avversari, giustamente, viste le nostre percentuali nei tiri liberi avevano cercato anche se in bonus di bloccare il gioco commettendo fallo sistematico, scelta però rivelatasi infruttuosa.

Alla fine l’Usmi vince la partita 71 a 66 con determinazione e autorevolezza contro un’avversaria che ad inizio campionato aveva ambizioni maggiori della graduatoria attuale.

Sabato prossimo 16 febbraio 2019 alle 18 andiamo a casa del Roncaglia, prima in graduatoria e imbattuta. Sembra una missione impossibile visto l’andamento del campionato e il risultato dell’andata; ma, riprendendo l’adagio dei paracadutisti, ci auguriamo “cieli limpidi” il resto lo possiamo e dobbiamo fare noi.

Tabellini: Boaretto A. 18, Turi F. 15, Sbrocco E. 10, Malagoli F. 9, Bergantin L. 5, Bruno M. 4, Turi M. 3, De Nardo D. 3, Bassan C. 2, Malagoli G. 2, Cisetto P., Corbetta S. All.re:Pellecchia. Vice All.re: Satalic
Parziali: 19-17, 14-12, 16-19, 22-18.

Scrivi il tuo commento



U.S. Madonna Incoronata Basket | via Siracusa 52, 35142 Padova
email: info@usmibasket.it

USMI_Logo 1