Serie D, a Solesino una sconfitta con insegnamento

Domenica 20 gennaio
Solesino
BK Club Solesino – USMI: 74 – 65

Di Stefano Migotto

Sai qual è il bello del caos? È che è equo.
Joker in ‘Batman, il Cavaliere oscuro’.

Il punteggio di questa partita non descrive la partita, gli stessi parziali parlano di un match schizofrenico ma, per chi ha vissuto la partita, si è trattato di una prova di forza che vedeva a pochi secondi dalla fine i ragazzi di coach Pellecchia a meno 4 in forte recupero sugli avversari.
Prima di entrare nella cronaca segnaliamo subito le cose positive: il ritorno al tiro da 3, pesante, di Giovanni e Leonardo ma soprattutto una squadra che non ha mai mollato e ha rincorso gli avversari per tutto il secondo tempo. Last but not least un grazie ai Pucciadores che non solo sono stati presenti ma hanno saputo dare la carica sostenendo sempre i ragazzi e incoraggiandoli con affetto e sportività.

Il primo quarto è stato come una doccia gelata: o ti sveglia o ti lascia intirizzito; a noi è capitata la seconda. Abbiamo messo solo 7 punti, sbagliato un sacco, mentre gli avversari le mettevano tutte dentro, con un gioco abbastanza prevedibile e previsto ma molto efficace. Coach Pellecchia cambiava i ragazzi in campo per dare la scossa, per non dare punti di riferimento agli avversari ma senza essere efficace come in altre partite.
Il secondo quarto è stata la fotocopia del primo con i ragazzi congelati, incapaci di sciogliersi e di giocare come sanno; mancava intensità in difesa e in attacco non riuscivamo a metterla dentro; si tornava negli spogliatoi sotto di 23 punti. Chiusa la porta il coach analizza i fatti con i ragazzi, consapevole che 23 punti sono tanti ma chiede ai suoi di mettere il cuore in campo, di lottare su tutte le palle perché la partita può sembrare segnata ma non è persa.

E nel terzo quarto accade qualcosa di strano: i ragazzi dell’USMI cominciano a difendere forte e, pur mancando alcuni canestri e passaggi banali, vincono il terzo quarto e recuperano solo 5 punti ma tanta fiducia; e accade una cosa strana, impensabile. Gli avversari, che dalla loro hanno sicuramente l’esperienza vista l’età media del loro roster, continuano ma con maggior intensità a lamentarsi di tutte le decisioni arbitrali, commentando e contestando ogni fischio e manifestando quindi poco equilibrio visto che erano rientrati nel secondo tempo sopra di 23 punti.
L’ultimo quarto è vinto dall’USMI ma non segniamo abbastanza per poter fare nostra la partita; entusiasmanti le bombe e l’intensità messa nel gioco.

In conclusione, non possiamo pensare di poter vincere con le squadre più esperte e dotate giocando a fasi alterne; se contiamo i punti che abbiamo fatto di media nelle prime 14 partite sono 65,2; nelle partite perse abbiamo fatto di media 58,5, in quelle vinte di media abbiamo fatto 70,25.
Cosa possiamo dire se non che vinciamo con pochi punti e quindi che dobbiamo difendere forte, che non possiamo incassarne 40 nel primo tempo facendone solo 17 e pensare di vincere. D’altro canto, vista la partita di oggi abbiamo capito che dobbiamo stare attaccati alla partita sempre, che non dobbiamo mollare, che quando pressiamo riusciamo a mettere in difficoltà tutte le squadre, anche quelle che pensano di essere più forti sulla carta, e che la nostra pressione manda gli avversari in confusione. Oggi ne avete avuto prova ma non ne avete potuto approfittare.

Prossimo appuntamento sabato prossimo, 26 gennaio, alle ore 19 al PalaUSMI per l’incontro con Pallacanestro Buster Verona; abbiamo bisogno del sostegno di tutti, dei Pucciadores e di tutti i ragazzi delle giovanili!

TABELLINI: Bosisio 16; Boaretto 14; Bergantin 12; Turi F. 8; Sbrocco 4; Malagoli F. 4; De Nardo 3; Turi M. 2; Malagoli G. 2; Cisotto; Bruno; Corbetta. All.re: Pellecchia Giovanni. Ass.: Satalic Mario
Parziali 22-7, 18-10, 15-20 e 19-28.

Scrivi il tuo commento



U.S. Madonna Incoronata Basket | via Siracusa 52, 35142 Padova
email: info@usmibasket.it

USMI_Logo 1